Mezzo milione di euro dal Governo alle scuole biellesi per interventi di adeguamento alla certificazione antincendio

Mezzo milione di euro dal Governo alle scuole biellesi per interventi di adeguamento alla certificazione antincendio

Dal Governo sono in arrivo 496.022,74 euro per gli interventi di adeguamento alla certificazione antincendio delle scuole biellesi.

A beneficiare del contributo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca saranno l’IIS Quintino Sella (70.000 €), l’IIS Cossatese e Vallestrona (70.000 €), l’IIS Gae Aulenti (70.000 €), la scuola primaria e la scuola secondaria di I grado del Comune di Valle Mosso (50.000 €), la scuola dell’infanzia e la scuola primaria del Comune di Viverone (50.000 €), la scuola dell’infanzia e la scuola primaria del Comune di Mottalciata (50.000 €), la scuola dell’infanzia centro, nido centro del Comune di Valle Mosso (50.000 €), la scuola dell’infanzia di Crocemosso e la scuola primaria di Crocemosso (50.000 €) e la scuola dell’infanzia di Cerrione (36.022,74 €).

Queste risorse dimostrano l’attenzione del Governo alla sicurezza nelle scuole. Sono un segno di concretezza atteso da tempo e che grazie al lavoro del MIUR e della Lega costituisce una prima tranche di fondi per permettere alle scuole di ottenere la certificazione antincendio. Complimenti al ministro dell’Istruzione Bussetti, che sta mostrando una grande sensibilità nei confronti degli studenti e che sta procedendo anche con una collaborazione con gli enti locali volta ad evitare intoppi di natura tecnica e burocratica.

Annunci

I dati dei voti della maturità tra Nord e sud non tornano…

I dati dei voti della maturità tra Nord e sud non tornano…

Sono contento che i dati offerti dal MIUR dimostrino un trend positivo come maggior numero di studenti ammessi all’esame di stato e maggior numero di studenti che alla fine lo passano, o ancora maggior numero di studenti che prendono voti superiori al 70 e calo dei 60. Tuttavia qualcuno deve spiegare ai diplomati biellesi e piemontesi come mai in Piemonte i diplomati con 100 e lode sono 180 pari allo 0,7% (in linea con lo 0,9% nazionale, considerando i numeri incredibili del sud che aumentano la media in modo considerevole) mentre in Puglia sono ben 788 pari al 2,3% (sempre contro allo 0,9% nazionale)! Dal momento che il voto di maturità è molto importante per i test di ammissione in università a numero chiuso e per borse di studio, il rischio è quello che gli studenti delle regioni del sud possano partire avvantaggiati a causa di queste disparità che non trovano altra spiegazione se non nella conferma che Nord e sud non usano i medesimi criteri di valutazione, almeno per quanto riguarda i voti di maturità dato che nei test invalsi, non determinanti come voto, i risultati sono l’opposto. Strano…